LOADING

Davide Barbero

Davide Barbero è un’azienda a conduzione familiare della città di Asti, nel nord d’Italia, che produce da sette generazioni delicati dolciumi, quali il torrone e il cioccolato.

Storia

Melchiorre Barbero, figlio del pasticciere Filippo Barbero, avviò l’azienda nel 1883 con la produzione di torrone e di “noasetti”.
In breve tempo Melchiorre Barbero viene elogiato per la sua eccellente qualità durante le fiere di Napoli, Torino e Livorno e riceve il premio “Vittorio Emanuele della Croce Bianca” per la sua abilità artigianale. All’inizio del secolo scorso segue la medaglia d’oro alla fiera di Castelfranco Veneto.
Suo figlio Davide Barbero assicura in seguito un’enorme crescita dell’azienda. Nel 1953 la compagnia si trasferisce nella sua attuale sede, Via Brofferio 84 ad Asti. Il secondo figlio di Davide, Giovanni, nasce in quello stesso anno ed è ancora lui che tuttora gestisce l’attività.
Nel 1993 durante l’alluvione della città, la fabbrica, e quindi l’azienda, subiscono gravi danni. Si tratta di un momento molto difficile, ma tuttavia questo spiacevole evento fornisce un nuovo impulso che fa fiorire l’azienda come non mai, conquistando numerosi mercati nazionali e internazionali.

Tradizione

Davide Barbero è l’unico produttore tradizionale rimasto nel centro di Asti. La famiglia è molto affezionata a questo luogo in cui è nata l’azienda. Altrettanto forte è il legame con i migliori ingredienti, come le proteine fresche, la vera vaniglia e le nocciole certificate della regione Piemonte di origine protetta.

Artigianato

Il torrone friabile viene prodotto sempre sulla base della vecchia ricetta artigianale e questo gli trasmette proprietà uniche. Il prodotto viene bollito per 7 ore e utilizzando di continuo proteine fresche mantiene la sua struttura friabile e il gusto raffinato. Questo viene anche garantito dall’alta percentuale (51%) di I.G.P. nocciole della regione Piemonte e il miele Millefiori appositamente selezionato.
Tutte le nocciole vengono selezionate a mano e dopo la cottura il torrone viene mescolato con spatole di legno, prima di essere pressato a mano in speciali stampi di legno di faggio. Il legno ha proprietà isolanti e il torrone viene fatto riposare al punto giusto. Dopo che il prodotto si è raffreddato per 24 ore, viene imballato su tavoli di marmo il giorno successivo.
I grandi produttori non usano più questo metodo. Sostituiscono le proteina fresche con sostanze artificiali, in modo che il processo di cottura possa avvenire più rapidamente. La mescolatura non avviene a mano ma con una macchina, per cui la struttura delicata e friabile è irreparabilmente danneggiata.